Logo Istituto Istruzione Superiore Giordano Bruno Istituto Istruzione Superiore (ITAS) Giordano Bruno

Via Mario Angelucci, 1 - 06129 Perugia • Tel. 075 5152011 - Fax 075 5000557 • Cod.Min. PGTE01000A
Cod.Fis. 80004550549 • mail: pgte01000a@istruzione.it - pec: pgte01000a@pec.istruzione.it
Logo PON 2014-2020
LIBRIAMOCI

Le classi 1AL, 2AL, 1EL, 2AS, nell’ambito Progetto “Libriamoci” (MIUR-CEPELL Centro Per il Libro e la Lettura), incontreranno in Aula Magna, dalle ore 10.00 alle ore 12.30 martedì 18 febbraio 2020, l’autrice NADIA TERRANOVA, finalista Premio Strega 2019 per il romanzo Addio fantasmi; parteciperanno all’incontro anche le classi terze medie 3A, 3B e 3E dell’ Istituto Comprensivo PG9 di San Martino in Campo e San Martino in Colle, in Rete con il nostro I.I.S. “Giordano Bruno” per il Progetto “Libriamoci”, accompagnate rispettivamente dalle docenti proff.sse Carelli e Zerilli, per il romanzo della medesima autrice Le nuvole per terra.

L’incontro si aprirà con i saluti dei due Dirigenti scolastici, prof. Giuseppe Materia e prof.ssa Anna Bigozzi. Coordinerà la docente Referente, prof.ssa Sargentini.

Hanno guidato le classi nella lettura e interpretazione del romanzo Addio fantasmi le docenti di Italiano:

1AL: prof.ssa Cipolloni; 2AL: prof.ssa Sargentini; 1EL: prof.ssa Stafficci; 2AS: prof.ssa Ribecco.

La Referente del Progetto “Libriamoci” Prof.ssa Patrizia Sargentini

«Un padre sceglie di andarsene per sempre. E la sua scomparsa volontaria, ancora più della morte, mina la vita della figlia. Nadia Terranova sa nominare il dolore con la precisione chirurgica di chi lo conosce. E non lo teme più» - Robinson, La Repubblica

"Non vuoi sapere che sono diventata grande, non ti interessa? Chiedevo, e nessuno rispondeva"

Una casa tra due mari, il luogo del ritorno. Dentro quelle stanze si è incagliata l'esistenza di una donna, che solo riattraversando la propria storia potrà davvero liberarsene. Nadia Terranova racconta l'ossessione di una perdita, quel corpo a corpo con il passato che ci rende tutti dei sopravvissuti, ciascuno alla propria battaglia.

Ida è appena sbarcata a Messina, sua città natale: la madre l'ha richiamata in vista della ristrutturazione dell'appartamento di famiglia, che vuole mettere in vendita. È costretta così a fare i conti con il trauma che l'ha segnata quando era solo una ragazzina. Ventitré anni prima suo padre è scomparso. Non è morto: semplicemente una mattina è andato via e non è più tornato. Sulla mancanza di quel padre si sono imperniati i silenzi feroci con la madre, il senso di un'identità fondata sull'anomalia, persino il rapporto con il marito, salvezza e naufragio insieme. Specchiandosi nell'assenza del corpo paterno, Ida è diventata donna nel dominio della paura e nel sospetto verso ogni forma di desiderio. Ora, però, che la casa d'infanzia la assedia con i suoi fantasmi, la protagonista deve trovare un modo per spezzare il sortilegio e far uscire il padre di scena.

 

Servizio TG3 RAI

Articolo dell'evento

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.